*… …*

“Come aveva illuminato tutta quanta la sua vita, il lume dell’intelletto lo soccorse in quel momento, e lui capì.

Avevano ragione quegli uccelli.

Lui poteva volare, sì, più in alto.

Ed era l’ora, sì di andare a casa.

Abbracciò con un ultimo sguardo il suo cielo, i magnifici campi del cielo, dove aveva imparato molte cose.

«Sono pronto» disse alfine.

E il gabbiano Jonathan Livingston fece prua verso l’alto, scortato da quei due splendidi uccelli, e scomparvero insieme nella notte.”

[Il Gabbiano Jonathan Livingston – R. Bach]

Annunci

8 pensieri su “*… …*

    • Sai Pablo non avevo per niente pensato a me. Forse non funziona troppo bene se vola solo la testa e il cuore no. E il punto non si sposta, si va avanti e indietro sulla stessa linea. La prima va, il secondo tira indietro. Potrò rispondere meglio quando torneranno sulla stessa frequenza magari…

      Mi piace

    • Verissimo… è grande secondo me perchè è uno di quei libri che non è detto che ti ci ritrovi una sola volta, ti piace e finisce lì, ma può accompagnarti per molto tempo e puoi sentirlo vicino quando ne hai bisogno, ricordarlo e sfogliarne le pagine di nuovo…

      Mi piace

E Secondo Te . . . ?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...