Ancora un altro cielo

[Originally posted on A Più Mani]

Per l’ennesima volta tirò dentro la testa sospirando. Chiuse le imposte della finestra e fece per dirigersi verso un altro cielo, che pure ormai le era familiare. Era diventata un’abitudine. Controllava sempre, ogni sera. Una volta fuori, una volta dentro. Fuori alzava il mento verso la notte, dentro abbassava leggermente lo sguardo cercando di guardarsi dentro. Il fatto è che aveva perso una stella. L’aveva persa davvero. Qualche volta faceva finta di niente, provava a distrarsi, a non pensarci più, altre invece abbandonava ogni tentativo di resistere alla voglia matta di cercare e cercare ancora, sperando di ritrovarla, da qualche parte. Non le sembrava giusto smettere. Tuttavia non le sembrava giusto neanche ostinarsi. Era certa di poter fare ancora qualcosa, da un lato e sapeva anche che le cose quando si perdono a volte lo fanno per non farsi ritrovare più, dall’altro. Se solo non le fosse mancata da morire, pensava, sarebbe stato tutto più facile. La cosa bella era che lei non sapeva nemmeno di essere una stella. Se solo fosse riuscita ad intravederla una volta ancora avrebbe provato a dirglielo. Dirle che era una stella. Immaginò la sua reazione. Avrebbe sorriso abbassando gli occhi da un lato senza crederci. Per lei lo era però. Vicino a lei si sentiva esattamente così come le piaceva essere. Bastava fosse se stessa soltanto e lei era in grado di vederne la luce che le permetteva di cacciare le ombre che ogni tanto si ammucchiavano nel cuore, come polvere. Finito di fantasticare su come sarebbe stato sentirsi ancora una volta avvolta da quella luce, circondata e abbracciata e inebriata di un qualcosa che non sapeva chiamare con altro nome se non vita, si rese conto che anche quella sera la sua ricerca era andata a vuoto. Che poi qualche volta era anche colpa delle nuvole o della tristezza. L’indomani avrebbe provato di nuovo. Avrebbe guardato di nuovo tra le altre stelle, poi nel proprio cuore e poi chiuso gli occhi. A quel punto, se per caso nel suo scappare la stella avesse incrociato un suo sogno, lei l’avrebbe tenuta stretta a sé, anche qualche istante soltanto, in silenzio, senza chiederle alcun perché.

Annunci

2 pensieri su “Ancora un altro cielo

    • L’incontro infatti è la speranza che non muore, l’inconscio che la sa lunga su ciò che sta accadendo, è l’imprevedibilità per un conto e la certezza che non ci si perde mai davvero per un altro…
      Grazie unododici! Non mi sento così tanto a mio agio nello scrivere racconti perchè non penso di saperlo fare, ma se una prova ogni tanto va bene mi fa piacere!

      Mi piace

E Secondo Te . . . ?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...