Scent Of A Woman

E’ ovvio che se ad invitarti a ballare è Al Pacino e non Banderas la differenza c’è, eccome. E a parte il fatto che io e il ballo siamo su due pianeti diversi e che in confronto potrei perfino dire di saper cantare e che di questo film avrei potuto riportare tante altre scene, monologhi e citazioni perché è stupendo, questa scena qui ha qualcosa di speciale.
Sarà lui che si muove all’inizio così come quando si passeggia in un ricordo per poi ritrovarsi un po’ alla volta nella nostalgia, la musica che ad un certo punto gli ricorda che quel profumo ce l’ha lì tra le braccia ed è davvero vicino e reale, che una donna è anche questo, nonostante il buio; la dolcezza di un uomo che si presenta così com’è, compreso di passato e futuro, porgendo a lei le proprie mani senza camuffare nessuno dei due.
Sarà l’emozione, immaginata, di essere portata così o il fatto che una volta mi sono innamorata di un profumo da uomo che non ricordo più nemmeno qual’era eppure conservai il fogliettino sul quale l’avevo provato per mesi, su cui c’era scritto be a gentleman, always nemmeno avessi dovuto ricordarlo io.
Lui dice che il tango non è come la vita, nessun errore è irreparabile, basta solo che si continui a ballare e per quanto a me metta molta più ansia l’idea di sbagliare i passi credo di non essermi mai sentita più felice ogni volta che il profumo di qualcuno o qualcosa li ha guidati, oltre il ricordo, gli errori, la strada che non sapevo fare e gli abbracci che mi mancano ancora.

Annunci

15 pensieri su “Scent Of A Woman

    • Irreparabile io penso sia nel senso del “tornare allo stato iniziale”, la freccia del tempo va in una sola direzione… ma la possibilità di migliorare, migliorarsi quella si, c’è…
      Bello rivederti CK 🙂

      Mi piace

    • Hai ragione, ho avuto lo stesso dubbio anch’io mentre scrivevo il post… poi ho collegato la cosa al film proprio ed effettivamente il protagonista Frank, Al Pacino, perde la vista a causa di un uso sconsiderato di una bomba. Un errore del genere è irreparabile. Poi come dicevo a CK nulla non può essere trasformato, migliorato in qualcos’altro con la consapevolezza che comunque non si torna a ciò che era ‘prima’…

      Mi piace

E Secondo Te . . . ?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...