Listen To The Man (E Non Il Vicino)

Mi sa che in questo blog manca della musica da un pezzo.
E, una canzone come questa, che fa un po’ lo stesso effetto di quando si spalanca una finestra per far entrare dell’aria nuova, dei pensieri freschi, dei sorrisi leggeri.

E poi chissenefrega se Vettel viene in Ferrari. Ce ne faremo una ragione. Come di tante altre cose, del resto. L’importante è non cadere nella trappola, non credere che amare sia un mancarsi all’infinito, che il vicino avrà da martellare per tutto il benedetto periodo d’esami e questa canzone non se ne andrà più dalle cuffiette che sto usando per sopportarlo.

Porca miseria. Un po’ d’allegria, please.

 

You don’t have to be there, babe
You don’t have to be scared, babe
You don’t need a plan of what you wanna do
Won’t you listen to the man that’s loving you?

 

Ps: quello a sinistra è Gandalf.

 

 

 

Annunci

32 pensieri su “Listen To The Man (E Non Il Vicino)

      • Beh si, Vettel per me in particolare deve ancora dimostrare tanto, è facile essere campione se ci sei sempre quasi solo tu in pista. Non che sia colpa sua, ha stravinto quando tutti gli altri non si capiva che fine avessero fatto xD

        Mi piace

      • accipicchia… sei una vera intenditrice, complimenti, io non sono un grande appassionato, guardare macchine che per due ore fanno lo stesso giro mi annoia tremendamente. Sarà l’età, quando ero giovane sono andato diverse volte a vedere i GP, Montecarlo, Imola e Monza. Erano i tempi di Gilles Villeneuve, quello mi piaceva veramente, dopo la sua morte non sono più andato ai GP.

        Mi piace

  1. Mi fa sorridere l’accenno alla Ferrari… so che sei una tifosa e che segui la F1 ma, in effetti, tra tanti problemi nel mondo e casini personali e non solo, una cosa del genere passa in secondo piano…

    Mi piace

  2. No no no, dai, ora spezziamo una lancia per Vettel.
    Cioè Alonso babava tanto, però…
    E pure il buon Schumi ha vinto tanto anche (non solo, per carità, era un grande e non si discute, comunque ha vinto tanto anche) perché correva pure lui in pratica da solo. Ché fino a quando c’erano tali Hill (Damon) Villenevue (Jacques) e Hakkinen (Mika) stava dietro anche lui (1996, 1997, 1998, 1999…)
    E poi dai Vettel non è uno che si monta la testa. Non mi pare uno spaccone. Un gradasso. È già tantissimo. O no?? Cos’è che non ti piace di lui?

    Liked by 1 persona

    • Hai ragione, effettivamente le ultime lotte davvero interessanti (o che io ricordo) sono state quelle tra Hakkinen e Schumi… quest’ultimo è vero che si è trovato a vincere spesso per mancanza di chi era alla sua altezza (anche una questione di macchine) ma tantissime volte ha dimostrato di saperci fare in sorpassi, in rimonte, in pratica se l’è battuta molto anche “tra gli altri” e non solo in testa al gruppo. Vettel non mi sta antipatico, solo mi ha dato fastidio quando è stato definito un grandissimo campione quando non se ne era visto ancora il carattere, che la maggior parte dei km li aveva fatti tutti quasi in solitaria, è un bravo pilota ma non lo si è ancora visto sotto pressione, gli si dovrebbe dare occasione di farsi conoscere meglio… forse come dici tu se nonostante tutto ciò non si è montato la testa, non è male… 🙂

      Mi piace

      • Com’è interessante parlare di formula uno così, non ne trovi tanti ormai in giro (o forse sono io fuori dal giro giusto, chissà).
        Confesso che a me Schumi non è mai mai piaciuto ma era un grandissimo e l’ha fatto ampiamente vedere. Riconosco.
        Se a Vettel gli danno del campione per niente mi disturba meno che se fosse lui a darsi arie e per fortuna non mi pare così (ovvio, io lo conosco dalla TV… figurati quanto mi potrei sbagliare).
        Una cosa: Senna, Prost, Schumacher, Alonso, Vettel: talenti naturali. Cioè innati. Se un talento è innato non c’è ragione di credere che non nascessero talenti innati anche prima che inventassero le macchine. Ecco: un Senna nato cent’anni prima, quando si girava in carrozza insomma, non sarebbe stato nessuno. Chissà quanti potenziali Senna hanno vissuto nella storia senza mai sapere di possedere un talento troppo in anticipo.

        Mi piace

      • 🙂 di giri non ne ho mai trovati nemmeno io (figurarsi tra ragazze) anni fa soltanto mio fratello aveva un forum che parlava di sport e io lo aiutavo come amministratrice ed era una cosa carina…
        Bella considerazione, chissà che non abbiamo anche noi dei talenti per cose che non esistono ancora ^_^

        Liked by 1 persona

      • A proposito, penso anche che il talento richiesto ad un pilota è cambiato nel tempo con l’evolversi delle tecnologie, anche se certe competenze di base son sempre le stesse…

        Mi piace

E Secondo Te . . . ?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...