L’Uomo Dei Sogni (Non Miei)

Out in the fields - crilleb50 deviantart

Out in the fields – crilleb50 deviantart

Qualche notte fa ho sognato Brad Pitt.

Lo so, niente di eccezionale, specie se si pensa a quante donne capita di incontrare nei propri sogni l’uomo perfetto e che nella realtà non esiste o perlomeno è irraggiungibile. Non è niente di eccezionale in riferimento al fatto che in genere nei sogni vanno a realizzarsi cose altamente improbabili, che desideriamo o temiamo segretamente e che durante la notte si mettono in tiro, ripetono il copione e si mettono in scena, come se da qualche parte dietro ai nostri occhi ci fosse una casa cinematografica in crisi, in cui si riciclano battute da momenti vissuti davvero e gli attori si presentano in outfit dal dubbio gusto, risultanti da una mescolanza di stili e capi provenienti dagli armadi di tutta la gente che hai incontrato nella tua vita, mentre a te fanno indossare quella camicia orribile che avevi comprato a 13 anni e il cielo soltanto sa dove si trova adesso. Inside Out docet

Quindi il fatto non sarebbe eccezionale, se non fosse per un piccolo particolare: a me Brad Pitt non è mai piaciuto.

Eh no.

Per di più nel mio sogno si è presentato in versione piacione con almeno venticinque anni in meno, capelli tirati indietro con la gelatina a parte un ciuffo che gli ricadeva sulla fronte, sottogiacca con scollo a v e collana stile Marines. Insomma, un Brad Pitt anni ’90: potrei perfino ammettere che sia più attraente adesso. Per puro caso si trovava in vacanza in Italia nello stesso posto in cui da poco ero arrivata anch’io. Lui non conosceva bene l’italiano per cui mi aveva chiesto di accompagnarlo a fare delle commissioni, tra cui comprare dei fiori (!) per decorare il suo bungalow che gli sembrava un po’ triste e io, evidentemente, non avevo granché di meglio da fare. Immagino che a questo punto siate delusi perché dalle premesse sembrava si trattasse di ben altro tipo di sogno, ma credo che se non fosse stato proprio assurdo al mattino non lo avrei nemmeno ricordato.

Più delle immagini e delle parole, quel che resta di un sogno è la sensazione. Quella che nel frastuono creato da tutte le altre durante il giorno finisce per perdersi perché non è abbastanza limpida e forte da invaderti e costringerti a porti delle domande anche abbastanza serie. Sapersi fare le domande giuste è fondamentale. Condiziona fortemente quella che poi diventa la nostra personalissima ricerca delle relative risposte e la questione oggi è più delicata di quanto sembra. Intorno abbiamo mucchi di risposte. Centinaia di aforismi, perle di saggezza che ci scorrono dinanzi agli occhi ogni giorno aprendo facebook o qualsiasi altro social. Nei supermercati ci sono decine di risposte a bisogni che non sapevamo nemmeno di avere. Distinguere quelle che davvero ci servono dalle altre è difficile, la maggior parte delle risposte a nostra disposizione sta lì perché l’abbiamo trovata, ma non cercata.

Così il mio subconscio ha dovuto tirar fuori un personaggio di cui non mi è mai importato decisamente nulla e creare una situazione davvero assurda per attirare la mia attenzione nel caos emotivo in cui mi sono ritrovata ultimamente. Si perché la sensazione che ho provato, al mattino, è stata quella di aver trascorso del ‘tempo’ con una specie di amico, una persona piacevole e familiare, per cui, al di là di tutte le possibili interpretazioni che avrei potuto dare a questo sogno, la sua assurdità l’ho sentita forte come uno schiaffo in faccia. Un sogno mi ha riportata alla realtà, quella degli esami di coscienza e del silenzio, dell’ascoltarsi e del capire profondamente le proprie sensazioni e sentimenti, delle vere motivazioni che ci sono dietro a gesti e parole. Mi sono resa conto di quanto avessi bisogno di revisionare la mia rotta, perché il vento sembra a favore e le acque sono tranquille, eppure, per diverso tempo mi sono comportata soltanto come se mi trovassi in mezzo ad una terribile tempesta.

Annunci

59 pensieri su “L’Uomo Dei Sogni (Non Miei)

  1. I sogni hanno sempre un significato, anche il colore e’ importante, nel senso sognare in bianco e nero o a colori, io non sono un’esperta ma tempo fa avevo letto un libro di psicologia che parlava di sogni collegati alle emozioni, mi era piaciuto, non ricordo il titolo, ero in vacanza da una mia amica che adora questo genere di cose! Ti abbraccio cara, buona serata, ❤

    Liked by 1 persona

  2. Anche a me è successa una cosa analoga. E comunque i miei sogni mi hanno sempre parlato. Ad esempio per un periodo ho sognato insistentemente una persona, quasi ogni notte. E ogni notte era un sogno banale, uno stare insieme che faceva bene ma niente di più. È stato il mio modo di dire a me stessa che mi povera, cosa che non volevo accettare. Ci ho messo oltre un mese ad accettarlo 😆 buona giornata

    Liked by 1 persona

  3. Dicono che si sogni sempre, e che il problema consista solo nel poterseli ricordare.
    Ecco, io ne farò anche molti, ma ne ricordo pochissimi, e mai legati a circostanze, persone e luoghi reali.
    Per quanto riguarda Brad, io credo sia un gran figo, oltre che simpatico.
    Preferisco Angelina, mi è sempre piaciuta moltissimo nonostante la evidente magrezza.

    Liked by 1 persona

  4. neanche a me è mai piaciuto e credo tu abbia già interpretato bene il sogno. Per consolarti dalla sensazione di sognare un personaggio famoso che non ti piace ti dico solo che qualche tempo fa ho sognato di essere sposata con Fabio De Luigi (… meglio mio marito e Brat Pitt!!!)

    Liked by 1 persona

  5. Uno dei motivi per cui mi “lamento” sempre di non ricordare i sogni è proprio quello di credere che ci sia un perchè, che ci sia uno spunto, un messaggio qualcosa da poter sfruttare… non voglio dire che tutti hanno sempre un senso, ma che ognuno può racchiudere una potenziale opportunità o valore aggiunto, sia anche esso positivo. Di fatto ritengo che non ricordarsi i sogni sia un occasione in meno di provare sensazioni nella propria vita, comprendendo anche che quell’occasione in meno a volte potrebbe essere anche un aspetto assolutamente positivo, di fatto rimane un “emozione” in meno.

    Forse per questo adoro sognare ad occhi aperti, che per altro è anche più facile che così si indirizzi la sensazione od emozione verso un aspetto positivo.

    Per quel che posso dire riguardo te e il tuo sogno (come fa a non piacere brad pitt faccio difficoltà a capirlo.. :)) ma da uomo forse non son molto pratico nel giudizio dei miei simili) mi fa enorme piacere leggere la considerazione finale che hai fatto… e mi chiedo, chissà se sia veramente stato il sogno a portarti a questa considerazione o se sia il sogno stesso ad esser sorto in seguito (a tua insaputa) alla manifestizione inconscia di questa nuova consapevolezza… questione di tempo, di cronologia, forse come sempre…

    Liked by 1 persona

    • Guarda credo che ricordarli proprio sempre secondo me nemmeno è tanto positiva come cosa, ci si sveglierebbe sempre stanchi e agitati! Spesso infatti ho quella sensazione di non aver dormito perché era come se fossi sveglia da qualche altra parte 😀

      Liked by 1 persona

  6. Dopo la tempesta la bonaccia… anzi il bonazzo? 😉
    Sogno rivelatore oppure semplicemente fantasia?
    E com’è che io sogno sempre robe del tipo: arrivo e mi hanno rubato l’auto, oppure faccio tardi a lavoro oppure che combatto il crimine* …?
    *è successo.

    Liked by 1 persona

E Secondo Te . . . ?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...