ComeDiari #10: A Tutti Voi Che Ve Ne Siete Andati

rope-1469244_960_720-1

I legami non si spezzano. Per loro natura è impossibile.

Se lo sembrano allora vuol dire che non sono mai esistiti.

Perché chi AMA non sparisce. Chi AMA non distrugge. Chi AMA si informa, chiede, spiega.

Chi SE NE VA lo fa per disinteresse. Perché ha di meglio da fare. Perché si sente in colpa o fuori posto. L’amore non concepisce il disagio, anzi.

Io mi sono accanita su delle cause perse. Ho difeso quelli che credevo fossero legami veri. Legami tra “esseri umani”. Ogni volta sono rimasta a difendere una cosa che non esisteva.
Pensavo -Vai, vai tu, qui ci penso io-.
Riattaccavo insieme i pezzi con la comprensione e l’accettazione di quel che non potevo capire delle vostre vite mentre della mia fiducia ne avete fatto macerie usando semplicemente l’indifferenza.

Adesso mi sento libera. Non ho nessun dovere, nessun tacito patto con la vita da rispettare. Non esiste un legame, quindi non esiste niente di cui prendersi cura, da custodire e amare.

E la LIBERTA’, sapete, ha un seducente profumo di futuro e di possibilità.

Grazie per esservene andati a fanculo senza aspettare che ve lo chiedessi io.

ComeDiari #9: (S)Legati

14364643_10208884882733403_1908668947202254235_n

Mi ci vedevo già tra le tue braccia, più forti del vento, più sicure delle mie parole. 

E no, invece. Non si può spiegare. Vederti andar via per l’ennesima volta è buffo e straziante insieme. Come se ci fossimo sporcati le mani di ironia e adesso ogni singolo istante di tempo è fottuto, condannato a macchiarsi e ci guarderà di traverso non appena superato, perché poteva essere bello, bello davvero. 

Un legame se è vero resiste ad ogni cosa. Unisce parole spezzate e traduce silenzi infiniti. Credevo fossimo questo, che in equilibrio sul filo ti avrei raggiunto sempre e ci saremmo capiti con uno sguardo soltanto. Questa volta però non capisco se hanno mentito gli occhi o le parole. La bugia ha preso a morsi la fiducia mentre io urlavo. Ti ho difeso frapponendomi tra le semplici impressioni e gli altri, raccontando di profondità e sincerità, disegnando schizzi del tuo mondo che adoravo visitare ogni volta che potevo.  

Adesso non sento più niente. Le emozioni sono ferme, immobili. Una specie di morte apparente. Forse, sono morte davvero. Forse aspettano solo che tu riprenda a contare voltandoti di nuovo verso il muro.

Cazzo, smettila di guardarmi in silenzio. 

Di Settembre e Novità -Da Principesse-

embassy-935558_960_720

Secondo Paolo Fox questo periodo dovrebbe essere per me quello più ricco di cambiamenti e colpi di scena -in positivo- di tutto l’anno e a me sembra che invece la mia vita mi stia solo riproponendo le vecchie puntate dei più grandi disastri sentimentali e non del passato recente.

Nonostante questo, insomma, settembre resta uno dei mesi che preferisco, i profumi e i colori dell’imminente autunno sono inebrianti e confortevoli per cui cercherò di godermeli e di fare tutto quel che posso per far girare meglio le cose -s’intende- che dipendono solo da me.

Ne approfitto per dirvi che è online il GuestPost di settembre su Principesse Colorate, che ho scritto in realtà quasi più per me stessa, per cercare un appiglio nella confusione che ha avvolto le mie giornate ultimamente. Si perché alle volte sembra davvero che la vita ti sfugga di mano, che gli eventi si susseguano con l’unico scopo di farti andar fuori di testa e ti si pianta dentro quell’orribile sensazione che in realtà tu non conti niente, non hai il controllo e non puoi che subire gli avvenimenti e le scelte degli altri, sperando di avere un po’ di tregua ogni tanto.

Allora mi sono ricordata di alcuni articoli che avevo letto a proposito del fatto che, in realtà, non importa cosa ci succede, l’importante è sapere che le reazioni sono nostre e possiamo gestirle in modo da mitigare, se non proprio girare a nostro favore, gli eventi che sembrano pioverci sul naso senza motivo rovinandoci l’umore e le giornate. Basta ricordarsi infatti che possiamo considerare che quell’evento è solo un 10% dell’accaduto, dopodiché il restante 90% ci appartiene e dipende dal modo in cui reagiamo e vediamo la realtà.

Se vi va di dare un’occhiata, ecco l’articolo: Ad ogni nostra azione corrisponde una reazione uguale e contraria

Riguardo la rubrica Top Of The Post è stata pubblicata la classifica dei post scelti dalla redazione, se avete voglia di proporre un vostro articolo per questa settimana e quello di un altro blog che vi è piaciuto, lasciatemi i link qui nei commenti.

Magari di fronte a certe circostanze si può fare ben poco, ma credo che il vero peccato sia piuttosto quello di dimenticare che in mancanza d’altro si può sempre approfittare per imparare qualcosa di più su se stessi.

E sticazzi per tutto il resto, ecco.

Rubrica “Top Of The Post”

TOP-400

 

Premetto che non si tratta di un tag o un gioco, tantomeno di una gara tra blog. Anzi.
Volevo proporvi questa nuova rubrica del web magazine Principesse Colorate con cui collaboro, la Top Of The Post perché è un’occasione per uscire un po’ dal guscio, conoscere e farsi conoscere, proporre i propri scritti e scambiare qualche chiacchiera con chi a sua volta si mette in gioco, incontrandosi un po’ a metà strada tra mondi ancora sconosciuti. La rubrica parte ogni lunedì e questa settimana ho pensato di prendervi parte per vedere un po’ come va, se l’idea vi piace, insomma.

Come funziona?

Dunque.

Se volete partecipare basta che commentate questo mio post proponendo 2 link:

– il primo deve essere di un vostro post

– il secondo deve essere di un post letto su un altro blog diverso dal vostro (magari avvisate il blogger che lo state candidando per questa rubrica)

Nel vostro post, per far capire che state partecipando a questa rubrica inserite l’immagine che vedete all’inizio e un link a questo articolo di Principesse Colorate: La TOP OF THE POST riparte e si rifà il look! che spiega le regole della rubrica (se sapete farlo associate direttamente il link all’immagine).

Tutto qui!

Domenica 11 settembre comunicherò alla redazione di Principesse Colorate i link che avrete lasciato qui sotto e loro, tra tutti quelli pervenuti, ne sceglieranno 3 che saranno pubblicati lunedì 12 nel web magazine.

Non c’è un tipo di contenuto specifico da rispettare, anzi, è proprio questo il bello, può partecipare chiunque con qualunque tema, il proprio  🙂 Che ne dite, vi va di provare?