Le cose che ‘non’.

Riepilogando, da questa mattina sono riuscita a non svegliarmi presto (male, male male), questione che in qualche modo devo risolvere al più presto, a non litigare con il funzionario dell’ASL che ha risposto male ad una signora che protestava per la scelta di non so chi di ritirare il distributore di numeri per la fila allo sportello solo perché mancava un quarto d’ora alla chiusura come se stessimo in cerca di chissà quale favore e non di esercitare un nostro diritto, a non comprare una bambolina di stoffa delle dimensioni di un tappo di sughero, con vestito natalizio e trecce bionde di cordoncino perché sennò avrei dovuto prendere anche le decorazioni in feltro a forma di campana, albero di Natale e stella e poi la tazza natalizia, al che ho posato tutto e ho tirato dritto con il carrello verso il reparto del riso, a non cedere alle lusinghe del divano dopo pranzo, a non sentirmi a disagio nella mia stessa vita, dopo aver capito che si tratta di una lotta contro i mulini a vento finché non si riconoscono i meccanismi attraverso cui ci si mette da soli i bastoni tra le ruote, da soli capite, e non ci si rende conto che abbandonarsi alla pigrizia e all’inerzia è come tradirsi e quindi oggi mi sono sentita serena finalmente perché sono riuscita a tendere una mano a quella me che qualche anno fa ho iniziato a seppellire sotto cumuli di impegni presi con chiunque tranne che con lei, e, tolti di mezzo i rimpianti, credo mi stessi chiudendo nella paura di averla persa e forse nella convinzione che non mi spettasse di esser padrona del mio tempo, come se avessi da aspettare di mettere ordine tra tutti i pensieri e le sensazioni sulla morte di mia mamma e portare a termine tutto ciò che questo ha lasciato in sospeso prima di ricominciare a vivere.

Tutto questo, però, per dire che è iniziata la settimana del Black Friday su Amazon e a quello no, oggi non riuscirò a resistere.

31 pensieri su “Le cose che ‘non’.

      • Dico che è il conscio a istruire il subconscio. Il modo in cui parli e in cui ti parli dovrebbe essere protetto da negazioni e parole che per te hanno significati poco positivi. Prima o poi, tutti questi “non” ti imporranno di privarti di qualcosa, stilando prima l’elenco dei contro e poi quello dei pro.

        Ti prego di volerci riflettere, prima di scartare a priori questa cosa.

        (Crescere vuole dire aprirsi, “non”, negazioni in genere, verbi e aggettivi con connotazioni negative, hanno un peso specifico su ciò che sei.

        "Mi piace"

      • Perché invece ho l’impressione che la vita sia chiusura? Che ti distrai un attimo (e magari per aiutare qualcuno) e ti trovi incastrato in un punto diverso da quello che avevi sperato?

        "Mi piace"

  1. Io spesso cedo, ed i miei “non” si sciolgono come neve al sole, lasciando spazio a pigrizie o ad acquisti compulsivi.

    Tuttavia, non mi affascina per nulla il “black friday”, per cui credo che riuscirò a passarne indenne.
    Forse.

    "Mi piace"

    • Già riuscire a scrivere è cercare qualcosa e ne sono contenta.. I vari ‘non’ li considero positivi e li ho scritti così perché così mi si sono presentati, come ‘non’ aver detto o fatto delle cose. La cosa su cui poi rifletto, che qualcuno prima mi ha suggerito è il perché nella mia mente sono nate come ‘non-cose’ e non come affermazioni..

      "Mi piace"

E Secondo Te . . . ?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.